Home Europa League Salisburgo vs Napoli | diretta tv e live, ecco come vedere la...

Salisburgo vs Napoli | diretta tv e live, ecco come vedere la partita

32
0
napoli calcio

Quando e dove si gioca Salisburgo-Napoli?

La gara tra Salisburgo e Napoli, valida per il ritorno degli ottavi di finale di Europa League, si giocherà giovedì 14 marzo 2019 alla Red Bull Arena con fischio d’inizio previsto alle ore 18.55.

Dov’è possibile guardare Salisburgo-Napoli?









Il match di ritorno degli ottavi di finale di Europa League tra Salisburgo e Napoli sarà strasmesso in esclusiva su Sky Sport Uno e Sky Sport 253 su satellite e fibra, e su Sky Sport Uno (canale 372) e Sky Sport (canale 384) su Digitale Terrestre.

Quali sono i precedenti tra le due squadre?

Una solo precedente tra le due squadre, quella relativo al match d’andata che si è giocato al San Paolo e che ha visto il netto successo del Napoli: dopo i gol di Arkadiusz Milik e Fabián Ruiz nei primi 18 minuti, un’autorete del difensore Jérôme Onguéné ha fissato il punteggio sul definitivo 3-0. Le statistiche sorridono alla formazione azzurra: soltanto una delle ultime 43 squadre che hanno perso la gara d’andata a eliminazione diretta di Coppa UEFA/Europa League per 3-0 in trasferta ha poi passato il turno, si tratta del Valencia nella stagione 2013/14: sconfitta per 3-0 contro il Basilea ribaltata in casa grazie al 5-0 che ha portato la squadra in semifinale.

Il Salisburgo ha vinto solo quattro partite europee su 15 contro squadre italiane. Dopo aver perso le prime tre in casa, è rimasto imbattuto nelle ultime tre, vincendone due contro la Lazio. E nell’unica finale europea disputata, quella di Coppa UEFA 1993/94, si è conclusa con una sconfitta contro un’italiana: l’Inter, vincitrice per 1-0 in entrambe le gare. Al secondo turno di Coppa UEFA 2003/04, la formazione austriaca ha invece eguagliato la sua sconfitta casalinga più pesante in Europa, perdendo 4-0 contro il Parma.

Qual è lo stato di forma delle due squadre?

Campione d’Austria per il quinto anno consecutivo nel 2017/18, il Salisburgo è al comando del proprio campionato con 52 punti, nove in più rispetto al LASK Linz secondo. Nell’ultima giornata la squadra di Rose ha pareggio per 0-0 contro lo Sturm Graz.

Il Salisburgo non perde una gara casalinga in competizioni europee da ottobre 2016: 13 vittorie e quattro pareggi nelle ultime 17 partite interne. Dopo aver perso fuori casa all’andata, il Salisburgo ha passato il turno sette volte su 17 nelle gare europee a eliminazione diretta.

L’occasione più recente è stata quella contro il Club Brugge ai sedicesimi. Nelle ultime fasi della scorsa UEFA Europa League, ha vinto in rimonta contro la Lazio ai quarti (2-4 t, 4-1 c) ma è uscito al turno successivo contro il Marsiglia (0-2 t, 2-1dts c).

La squadra ha perso fuori casa all’andata per 3-0 solo una volta, contro l’AEK Atene al primo turno di Coppa UEFA 2007/08, ed è stata eliminata nonostante la vittoria interna per 1-0. Il Napoli di Ancelotti ha pareggiato per 1-1 contro il Sassuolo nell’ultimo turno di Serie A, dove attualmente occupa la seconda posizione in classifica alla spalle della Juventus. Forte anche del 3-0 dell’andata, il Napoli potrebbe arrivare ai quarti di finale di una grande competizione europea per la prima volta dall’Europa League 2014/15.









Gli azzurri hanno inoltre raggiunto la semifinale in tutte le ultime tre occasioni in cui hanno superato gli ottavi di finale (Coppa delle Coppe 1976/77, Coppa UEFA 1988/89 e Europa League 2014/15). Un tabù da sfatare per il Napoli: la squadra oggi allenata da Carlo Ancelotti non vince due trasferte di fila in competizioni europee dai tre successi consecutivi registrati tra ottobre e novembre 2015.

Quali giocatori possono essere protagonisti?

Carlo Ancelotti potrebbe fare turnover visto anche il 3-0 dell’andata, l’allenatore azzurro però con ogni probabilità schiererà dal primo minuto Milik: l’attaccante polacco, in gol nel match d’andata, ha già segnato 16 reti in questa stagione, due in più di quelli totalizzati nelle precedenti due annate con il Napoli (sei nel 2017/18 e otto nel 2016/17).

Attenzione poi a Mertens: il belga infatti non è ancora riuscito a trovare la via della rete nel 2019.

Chi arbitrerà Salisburgo-Napoli?

L’ottavo di ritorno di Europa League tra Salisburgo e Napoli sarà arbitrato dallo spagnolo  Carlos del Cerro Grande. Gli assistenti saranno Juan Carlos Yuste (ESP) , Roberto Alonso (ESP); Assistenti arbitrali aggiunti saranno Juan Martínez (ESP), Ricardo De Burgos (ESP), mentre il Quarto Uomo sarà Diego Barbero Sevilla (ESP).

Dopo il pareggio col Sassuolo, il Napoli torna in campo per giocare quello che è realmente l’unico obiettivo stagionale per la squadra di Carlo Ancelotti: l’Europa League. Di fronte ci sarà un Salisburgo chiamato ad una grandissima impresa, dopo il 3-0 subito per mano degli azzurri al San Paolo. Il finale di partita in crescendo, per gli austriaci, potrebbe regalare loro speranza: il Napoli non è insuperabile e le tante assenze in difesa potrebbero rivelarsi un fattore in questo senso.

Salisburgo, Gulbrandsen dal primo minuto

Nonostante sia chiamato a rimontare un passivo pesante, il Salisburgo non vuole snaturare il proprio assetto tattico: Rose riproporrà il solito 4-3-1-2. La linea di difesa resta invariata rispetto alla gara d’andata, con Lainer e Ulmer a spingere sulle fasce e Ramalho e Onguene al centro. Accanto a Mwepu e Samassekou in mediana ci sarà Szobozslai e non Junuzovic, con Wolf nel ruolo di trequartista. Cambia il partner offensivo di Dabbur rispetto all’andata: non più Deka, ma Gulbrandsen, tra i migliori in campo nella squadra austriaca da subentrato nel precedente confronto.









Salisburgo (4-3-1-2): Walke; Lainer, Ramalho, Onguene, Ulmer; Mwepu, Samassekou, Szobozslai; Wolf; Dabbur, Gulbrandsen. All. Rose.

Napoli, coppia centrale inedita

Carlo Ancelotti schiererà la formazione migliore possibile per la partita, così da avere la più alta probabilità di passare il turno e accedere ai quarti di finale. Torna tra i pali Alex Meret, che era squalificato nello scorso turno di campionato. La linea a quattro vedrà Hysaj e Mario Rui agire sugli esterni, mentre al centro scelte obbligate: giocheranno Chiriches e Luperto dal momento che sia Maksimovic che Koulibaly erano diffidati e si sono fatti ammonire nella gara d’andata. Il centrocampo sarà il solito delle ultime uscite importanti: Callejon e Zielinski sulle fasce, con Allan e Fabian Ruiz nel mezzo. Da valutare però le condizioni dello spagnolo, che si è fatto male in allenamento: al suo posto pronto a subentrare Diawara se non ce la dovesse fare, o uno tra Verdi e e Ounas con Zielinski che passa al centro. In attacco ci saranno Insigne e Milik, con Mertens che partirà dalla panchina.

Napoli (4-4-2): Meret; Hysaj, Chiriches, Luperto, Mario Rui; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Zielinski; Insigne, Milik. All. Ancelotti.


Potrebbero interessare:


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here