Home Campionato Serie A Milan, infortunio Ibrahimovic: arrivano i risultati, tempi di recupero?

Milan, infortunio Ibrahimovic: arrivano i risultati, tempi di recupero?

56
0
ibrahimovic

Il Milan è in ansia per il suo giocatore di punta, Ibrahimovic. Lo svedese, mattatore del match vinto contro il Napoli con una doppietta, si è infortunato al 79′. Il giocatore proprio stamattina ha fatto degli accertamenti medici per verificare l’entità del danno.

Milan in ansia per Ibra: è arrivato l’esito degli esami

Tutti i tifosi del Milan sperano che non sia nulla di grave l’infortunio che ha costretto l’attaccante svedese ad uscire anzitempo dal campo del San Paolo, dopo aver deciso il match. Ma cosa è successo?

L’attaccante rossonero ha accusato un problema muscolare al flessore della gamba sinistra, dopo uno scatto. Lo staff medico rossonero ha subito applicato un bendaggio alla coscia infortunata e Zlatan ha seguito il finale di partita dalla panchina.

“Quello che filtra è che il problema è muscolare – ha detto Bonera, che ha sostituito in panchina Pioli, fermato dal Covid. Farà gli esami e capiremo nei prossimi giorni i tempi di recupero. Non c’è ancora indicazione sull’entità, diciamo che Zlatan non è solito uscire dal campo quindi l’infortunio c’è… aspettiamo l’esito dei controlli e capiremo, ci vorrà qualche giorno per saperlo”. Ibra, sull’aereo che ha riportato la squadra a Milano, è in ogni caso apparso tranquillo, sereno.

L’esito degli esami ad Ibrahimovic

In mattinata sono stati effettuati gli esami strumentali e la risonanza magnetica ha confermato una “lesione al muscolo del bicipite femorale della coscia sinistra“. Un esame di controllo verrà effettuato tra circa 10 giorni.

Tempi di recupero Ibrahimovic

Quindi, almeno fino ai primi di dicembre Ibra non sarà disponibile. Salterà di sicuro le partite contro Lilla e Fiorentina e, a meno di un recupero record, anche quella contro il Celtic.


Potrebbero interessare:


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui