Home Campionato Serie A Juventus – Milan 2-1 al 96° su rigore, ma era rigore?

Juventus – Milan 2-1 al 96° su rigore, ma era rigore?

13
2
rigore juventus

Sul web si sono scatenati tutti i tifosi anti-juventus di tutta italia gridando allo scandalo dopo il goal fatto da dybala su rigore al 96° su un presunto mani in area di rigore rossonera.

I tifosi rossoneri sono fuorisi per il recupero allungato di 30’’ per il secondo giallo a Sosa che poi ha portato al colpo di scena: rigore dato alla Juve per il tocco col gomito di De Sciglio

De Sciglio si trovava a circa due metri di distanza da Lichtsteiner e si sta discutendo molto se ci fosse il tempo e lo spazio necessario perché potesse spostare il braccio.

Stando al regolamento dell’AIA(associazione italiana degli arbitri) il fallo di mano

implica un atto intenzionale di un calciatore che con la mano o il braccio viene a contatto con il pallone” e nel segnalarlo l’arbitro deve tenere contro di questi fattori:

il movimento della mano verso il pallone (non del pallone verso la mano)

la distanza tra l’avversario e il pallone (pallone inaspettato)

la posizione della mano non significa necessariamente che ci sia un’infrazione

toccare il pallone con un oggetto tenuto nella mano (indumenti, parastinchi, ecc.) è considerato come un’infrazione

colpire il pallone lanciando un oggetto (scarpa, parastinchi, ecc.) è da considerarsi un’infrazione

Le opinioni dei giornali

E’ stato interpretato come irregolare dalla Gazzetta dello Sport per due motivi: “la distanza minima (187 centimetri) tra il rossonero e Lichtsteiner (autore del cross); il pallone che va verso il braccio e non il contrario

Il Corriere della Sera sostiene che il rigore sia stato assegnato correttamente:

l’assistente dell’arbitro è molto colpito dall’intervento perché tutto capita a un metro da lui, è come se lo vedesse in un televisore grande come lo stadio, ma nemmeno così è tutto automatico. Il fallo c’era, ma fischiarlo era discrezione di chi arbitrava.

Non c’è la distanza per la volontarietà, è più un fallo di confusione (tre giocatori in un metro, colpire un braccio è quasi naturale) che una colpa da punire con il massimo della pena, ma per regolamento l’arbitro ha tutto il diritto di fischiarlo“.

Parere dubbio per “La Repubblica” che non prende posizione sulla decisione di Massa: “Rigore molto discusso, difficile dire se anche discutibile

il Mattino di Napoli titola

La Juve vince di rigore, Milan scippato” descrivendo che “l’antipasto vittorioso per la squadra di Allegri con il solito giallo: a tempo e recupero scaduto, Massa concede un rigore dubbio. Il Milan fa il miracolo fino al 94′ quando dal cielo e dal fischio dell’arbitro giunge il solito regalo sotto forma di rigore. Un film già visto, e anche recentemente: appena due settimane fa ne aveva fatto le spese il Napoli, ieri il Milan

Eccovi l’episodio

Ecco cosa ha detto MONTELLA

Voi cosa ne pensate?


Potrebbero interessare:


2 COMMENTS

  1. sul rigore nessuno riesce a dare una risposta definitiva, perché va molto ad interpretazione. Ma una persona onesta, anziché discutere su un rigore dubbio dovrebbe, piuttosto, rilevare che il gol del Milan era in fuorigioco, e questo assolutamente certo, seppur di poco. Quindi tutti i discorsi sul rigore vengono a cadere, perché il Milan doveva trovarsi al 94° a quota zeri gol.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here