Home Campionato Serie A Inter, vittoria “sporca”. Mai cosi prima

Inter, vittoria “sporca”. Mai cosi prima

145
0

L’inter vince con fatica a crotone (merito anche della squadra di casa) e si proietta al primo posto della classifica di Serie A a punteggio pieno. A dire il vero, ai punti, avrebbe dovuto vincere il Crotone e complice un grande Handanovic non ha capitolato.

Il calcio è cosi, se non segni poi vieni penalizzato e l’Inter tra le sue fila ha comunque campioni in grado di risolvere la partita in qualsiasi momento.

Il Risultato

https://twitter.com/SerieA_TIM/status/909069318452891648

I due goal dell’Inter

Le parole di Spalletti

Abbiamo fatto lentamente, il campo non aiutava perché era molto secco e l’erba frenava la trasmissione.

Dovevamo fare più velocemente. Secondo me nel primo tempo dovevamo cercare qualche volta di andare anche sulla secondo linea, sulla punta direttamente e invece abbiamo insistito di più con questo gioco corto ed è sembrato giusto.

Però questo ha fatto correre i giocatori, qualche difficoltà gliel’ha creata.

La punta che viene ad attaccare il centrale, poi torna in trequarti, poi torna sul centrale per noi è una trasmissione lenta ma per loro sono venti metri di avanti e indietro.

Hanno sempre corso loro, dentro la partita ci sono dei serbatoi nei giocatori come nelle macchine e si fa un tot di metri e chilometri.

Se un po’ li spendi lì poi ti mancano per altre situazioni. Ci trovavate lunghi e larghi sui ribaltamenti del Crotone e il Crotone poteva ripartire più velocemente.

Spalletti poi parla di Equilibrio

Sono stati in equilibrio perfettamente, quello che dovevano fare era di non spingere troppo. Sarebbe stato facile e avrebbe determinato qualcosa in più ma sulla perdita di palla non poteva essere vicino al centrale il terzino della parte opposta per fare fallo.

Siccome loro fanno bene con questo Budimir che conquista palla dritto per dritto e per la profondità, c’era da giocare e cosa più difficile senza lasciarsi attirare troppo dal volerla comandare noi e andare dieci metri più in là. 

Quei dieci metri poi diventano fatali come è stato l’anno scorso. A me quello che è successo l’anno scorso non è andato bene. Perché ero l’allenatore dell’Inter anche l’anno scorso.


Potrebbero interessare:


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.