Home In evidenza Dean Berta Vinales 15 anni, è morto: fatale l’incidente in SuperSport 300

Dean Berta Vinales 15 anni, è morto: fatale l’incidente in SuperSport 300

41
0
dean berta vinales

Tragedia nel mondo del motociclismo: Dean Berta Vinales, è morto a soli 15 anni sul circuito di Jerez, a causa di un terribile incidente avvenuto durante la gara di SuperSport 300.

Il pilota è caduto alla curva 1 all’11° giro, venendo poi investito da altri piloti. Cugino di Maverick, il giovanissimo pilota spagnolo ha riportato gravi lesioni alla testa e al torace. Sul posto sono giunti immediatamente i mezzi dei sanitari e Dean Berta Vinales è stato soccorso in pista, in ambulanza e presso il centro medico del circuito. Nonostante tutti gli sforzi del personale medico del circuito, il Medical Center ha annunciato il decesso del giovane pilota spagnolo. A seguito dell’incidente, il resto del programma del sabato di Jerez è stato annullato completamente.

L’incidente

L’incidente è avvenuto all’inizio dell’undicesimo e terzultimo giro. Vinales è scivolato alla curva 1, coinvolti nella caduta anche Harry Khouri, Daniel Mogeda e Alejandro Carrion. L’esposizione della bandiera rossa è stata immediata, nel giro di dieci secondi dal crash. A quanto appreso da Sky, al pilota spagnolo sarebbe stato immediatamente praticato il massaggio cardiaco sul luogo dell’incidente. Entrando nei dettagli della dinamica: Victor Steeman è andato largo in uscita da curva 1 e Berta ha cercato di superarlo, ma i due si sono toccati mentre l’olandese ritrovava la traiettoria ideale. Berta è dunque caduto appena in uscita da curva 1, all’inizio dell’allungo che porta alla 2.

Il pilota

Dean Berta Vinales era nato il 20 aprile 2006 a Palau-Saverdera, aveva appena quindici anni. Era cugino del pilota di MotoGP Maverick Vinales e quest’anno aveva esordito nel Mondiale SuperSport 300 con il team di Angel Vinales, padre di Maverick. A Magny-Cours aveva ottenuto i suoi primi punti iridati con un quindicesimo posto in Gara 1 e un’ottima quarta posizione in Gara 2. La sua crescita era stata confermata da altri due buoni piazzamenti a Barcellona e anche a Jerez si stava giocando la zona punti.


Potrebbero interessare:


LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui