Home Curiosità Cosa c’è dietro all’assurda guerriglia di ROMA da parte dei tifosi olandesi?

Cosa c’è dietro all’assurda guerriglia di ROMA da parte dei tifosi olandesi?

68
0

Ore di tensione e guerriglia in centro prima della partita con la Roma. Venti fermati e più di dieci feriti che si aggiungono ai 33 arrestati dopo i tafferugli a Campo de’ Fiori. Danneggiati motorini, auto e la Barcaccia del Bernini appena restaurata.

Evidentemente, però, quelli di ieri non sono tifosi di calcio. Sui loro siti si dichiarano contro il calcio moderno, che evidentemente li stressa molto. Non cercate matrici politiche perché non ce ne sono: i violenti del Feyenoord non sono antisemiti (a parte forse quando giocano contro l’Ajax), non sono fascisti, non sono niente.

In Olanda dicono semplicemente che è gente che ha voglia di spaccare tutto e quando viaggia nessuno controlla.

Ecco le parole di RENZI

Barbarie, noi non distruggiamo città. Noi non andiamo all’estero a fare queste figuracce, a distruggere le città. Ho molto apprezzato le parole dell’ambasciatore olandese a Roma, ho apprezzato un po’ meno le parole della società olandese del Feyenoord: l’unico comunicato stampa che può fare il Feyenoord ha cinque lettere: scusa. Deve iniziare con il chiedere scusa e non difendere questi che sono dei barbari

In tutte le sedi e in tutte realtà del calcio europeo – ha detto ancora il premier – noi faremo notare come non sia ammissibile e concepibile che prima ieri sera, poi oggi in luoghi culturali, nel cuore di piazza di Spagna, tenere in scacco una città

Fatemi dire grazie ai poliziotti e ai carabinieri, domani faremo una verifica se ci sono stati degli errori da parte nostra, fermo restando che è del tutto evidente che la responsabilità è di questi barbari. Faremo un’indagine interna immediata. Noi abbiamo messo 1300 persone a lavorare su questo, se un ragazzo di 18 anni ha bisogno di sfogare la sua rabbia resti a casa sua, quelli che abbiamo individuato e processato li puniremo con molta severità e molta durezza

eccovi un video


Potrebbero interessare:


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here